mercoledì 24 dicembre 2008

Napoli e i cantieri

In tante città ci sono cantieri dappertutto, tante città si preparano a qualche evento e si fanno belle, tante città sono caotiche aspettando un ordine superiore.
Napoli no: lei non crede di poter tornare alla normalità.
Alla luce degli ultimi scandali questi cantieri che disseminano la città diventano sempre più inquietati, invadenti.
Ieri ho trascorso la mattinata in città e ho incrociato: il cantiere alla Stazione delle Ferrovie dello Stato, il cantiere in Piazza Garibaldi per la Metro, i cantieri sul Rettifilo per la Metro (2), il cantiere a Piazza Municipio sempre per la Metro, il cantiere della Metro a Via Roma, il Cantiere in Galleria Umberto, il cantiere a via Ponte di Tappia.
Non c'è un angolo senza ruspe, betoniere, fumi, polvere.
Ormai la città è questo, il cantiere senza principio, lavori in corso per sempre.

1 commento:

Tribuno ha detto...

Infatti, ci sono andato ieri sera, era impossibile camminare tra la folla senza sgomitare.